Igiene Dentale Forlì e dintorni

Lo Studio Valdinoci offre un servizio di igiene dentale a Forlì per la prevenzione, mantenimento e miglioramento dell’igiene dentale. L’igiene orale è il nostro primo meccanismo di difesa contro le carie. Se la placca batterica non viene rimossa con costanza, alcuni batteri trasformano gli zuccheri introdotti con l’alimentazione in acidi che attaccano lo smalto del dente provocando la carie.

E’ importantissimo quindi, oltre a dedicare il giusto tempo alla cura dei propri denti ogni giorno, sottoporsi periodicamente a sedute di igiene professionale presso lo studio dentistico. La seduta di Igiene viene effettuata dall’odontoiatra o dall'igienista che oltre a rimuovere i depositi di tartaro soprattutto sotto gengiva, effettuano uno screening di tutti i denti e della cavità orale intercettando tempestivamente eventuali problematiche, qualora si dovessero presentare.

Particolare attenzione viene riservata alla valutazione delle patologie paradontali (gengive, osso alveolare, legamento paradontale e cemento radicolare). Nel caso in cui venisse trascurata, la parodontopatia determina progressivamente sanguinamento gengivale, ascessi del parodonto, formazione di tasche in cui si annida tartaro sotto gengivale e batteri che danneggeranno l’osso alveolare riducendone l’altezza fino a giungere anche ad un progressivo distacco dei denti dall‘alveolo, con conseguente mobilità dentale.

Le abitudini di igiene orale influiscono anche sulla tua salute. Esiste una connessione tra le malattie della bocca e altre patologie, come per esempio le malattie cardiovascolari. Prendersi cura dei propri denti è quindi un buon investimento per la salute.

Igiene dentale Forlì, Cesena, Rimini: le armi giuste per la salute della bocca

Quando non curiamo i denti ammalati oppure affetti da infiammazioni gengivali, rischiamo di provocare conseguenze dannose sull’intero organismo. Ecco perché è fondamentale mantenere una bocca in salute. Per farlo, occorre fondamentalmente conoscere bene le regole essenziali per curare l’igiene orale ed essere costanti nella loro applicazione ed osservanza.

La regola numero 1 è pulire regolarmente i vostri denti. Questo va fatto quotidianamente. Dovresti lavare i tuoi denti subito dopo aver mangiato e prima di andare a dormire la sera. Non sempre è possibile però. In questi casi, dunque, è buona norma e consuetudine sciacquare la bocca con abbondante acqua, oppure, masticare chewingum al fluoro.

Ecco quali sono gli altri accorgimenti da seguire per mantenere una bocca in salute.

Lo spazzolino: se usato correttamente, l’arma più efficace e potente

Lo spazzolino è lo strumento più efficace per prevenire la carie e i disturbi gengivali, perché è capace di rimuovere i residui di cibo e la placca batterica. L’ ideale è scegliere uno spazzolino piccolo, quanto basta per raggiungere con facilità tutte le superfici dei denti, con le setole dure e con la punta arrotondata in nylon.

Per i denti superiori l’azione di spazzolamento dei denti deve avvenire dall’alto verso il basso, mentre per quelli inferiori dal basso verso l’alto. Questo consente di raggiungere gli spazi interprossimali senza rovinare le gengive. Di norma è bene sostituire lo spazzolino ogni 3 mesi.

Il filo interdentale: l’alleato allo spazzolino da denti

Dove non arriva lo spazzolino, arriva il filo interdentale. Per prima è buona norma utilizzare il filo interdentale non in maniera occasionale, ma come un’abitudine. Il consiglio è impiegarlo tutte le sere prima di andare a dormire: vi aiuterà a rimuovere bene tutti i residui del cibo che ingerite.

Il dentifricio: quale tipo scegliere per una corretta igiene orale

Combinando l’azione dello spazzolino e del filo interdentale a quella di un buon dentifricio, otterrete risultati ancora più efficaci. La funzione del dentifricio è quella di mantenere puliti i denti grazie all’azione detergente, rinfrescando allo stesso tempo il cavo orale.

Esistono diversi tipi di dentifricio. Ecco i più comuni.

Dentifrici al Fluoro: la sua funzione è quella di rimineralizzare lo smalto dei denti, svolgendo un’azione antibatterica e prevenendo la carie.
Dentifrici Antiplacca: il loro compito è esercitare un’azione antibatterica mediante sostanze che tengono a freno l’accumularsi della placca.
Dentifrici Antitartaro: ostacolano la produzione del tartaro
Dentifrici per gengive irritate: contengono principi antibatterici efficaci contro la flora patogena e limitano le infiammazioni delle gengive.
Dentifrici per denti sensibili: contrastano la sensibilità dentale, riducendo il fastidio provocato dal contatto con cibi o bevande fredde e calde.

Il collutorio: chiedi al tuo dentista quale utilizzare

Non si tratta di un sostituto dello spazzolino, né del filo interdentale, ma di un valido alleato a quest’ultimi. La sua funzione è quella di completare il trattamento di cura dell’igiene orale proteggendo il cavo orale e lasciando in bocca una sensazione di maggiore freschezza.

Per un’igiene orale completa è buona norma utilizzare il collutorio tutti i giorni. Di norma va impiegato dopo aver lavato i denti.